Aprile, dolce dormire? Macché!

Ebbene, anche Pasqua è passata in un soffio, come l’avete trascorsa?

Eh già, nemmeno gli auguri ho postato, quest’anno.

Il fatto è che nel mio uovo la sorpresa è stata una brutta influenza e quando ho avuto un po’ di tempo mi sono dedicata a preparare qualche deliziosa leccornia per festeggiare come si deve. Così è andata e aprile, che per il proverbio porta con sé una dolce pigrizia e il calendario sembrerebbe confermare con festività e ponti, nel mio caso invece è un inseguimento a cercare di star dietro alle to do list che immancabilmente non riesco a rispettare. Il blog è il primo a subirne le conseguenze.

Ma non è un post di lamentele!

Ho avuto anche altre sorprese piacevoli, ad es. una bella recensione sul libro Didattica dell’ascolto nella scuola di base:

17917349_946647092145112_7003554540941353204_o

E anche il resoconto dell’editore: beh, qualche centinaio di copie è stato venduto ed è una bella soddisfazione!

Se non ce l’avete ancora, cosa state aspettando?

A presto, allora!

Il vestito nuovo dell’editore

La casa editrice Progetti Sonori si rifà il look e si presenta con un outfit agile e moderno, adatto alla nuova stagione che avanza. Affezionata al blu, colore che dà tranquillità e pacatezza, lo richiama all’interno di uno sfondo chiaro per evidenziare le collane di testi per cui è nota nell’ambiente della didattica musicale. Ne conserva dunque le sfumature per il logo e la parte superiore, accessoriata con pulsanti dai quali si può accedere con un semplice click alle diverse pagine, utili per avere le informazioni relative all’azienda, ai contatti, al catalogo. Di rilevo la nuova pagina dedicata alla formazione, di cui parliamo tra poco.

Schermata 2016-02-14 alle 18.13.16

Il nuovo sito è a scorrimento, quindi la pagina iniziale non è fissa, ma scorrendo sulla barra laterale di destra, si può scendere per essere elegantemente invitati a scoprire i prodotti e le novità del momento.

Schermata 2016-02-14 alle 18.13.29

Tra le novità siamo ancora presenti noi, con il testo Didattica dell’ascolto nella scuola di base, uscito il 16 gennaio scorso e che sta già riscuotendo un certo successo!

Schermata 2016-02-14 alle 18.13.46

Basta cliccare sull’immagine per essere immediatamente reindirizzati alle informazioni e alle anteprima del libro. Si stanno risolvendo anche alcuni problemi tecnici che il cambio di stagione, pardon, il passaggio tra il sito vecchio e quello nuovo, stanno comportando al di là delle volontà dei professionisti coinvolti. Abbiate un attimo di pazienza…

Scorrendo ancora un po’ si ha la possibilità di iscriversi alla newsletter, nel discreto riquadro grigio perla, per  essere aggiornati in tempo reale su tutte le novità. E brevi articoli dal blog possono essere utili come spunti o ulteriori notizie!

Schermata 2016-02-14 alle 18.14.01

Che aspettate, allora?

Chi non l’avesse ancora fatto vada a vedere il vestito nuovo dell’editore: è semplice e genuino, come tutta la grande famiglia della Progetti Sonori, che mi ha fatto sentire subito a casa.

L’indirizzo web non è cambiato: www.progettisonori.it.

Per il libro Didattica dell’ascolto nella scuola di base, cliccate direttamente qui.

Infine tenete d’occhio la pagina sui corsi di formazione. Tra poco dovrebbe esserci qualche novità che ci riguarda… A presto!

Novità in arrivo

images

 

Ricordate?

Vi raccontavo qui di come è iniziata, quasi per caso, un’avventura a quattro mani sfociata nella pubblicazione di due guide sulla didattica del ritmo.

Vi anticipavo anche di come si stesse lavorando ad un nuovo progetto.

Ebbene: il progetto è piaciuto all’editore e la nostra prima domenica di Avvento è trascorsa nella correzione della prima bozza. E la seconda domenica di Avvento sarà all’insegna della sistemazione della seconda bozza del nostro lavoro.

Il libro è bello, colorato, ricco di spunti! Anche stavolta ci sarà un cd allegato con le musiche utilizzate nelle attività descritte e un dvd con alcune attività realizzate dagli alunni di scuola elementare.

Ma le attività possono essere utili anche in altri contesti, il libro può essere un’utile guida alla programmazione per gli insegnanti e un’arricchente lettura per studenti che si occupano di didattica musicale.

Non perdiamoci di vista, allora… A breve vi dirò di cosa si tratta!

I bambini imparano quello che vivono: anche per la Befana

Schermata 12-2457005 alle 11.36.47

 

Conosco più di una casa in cui la Befana non porta la calza ma libri. Specialmente dove si festeggiano S.ta Lucia o S. Nicolò alcune mamme pensano che già in quell’occasione sono arrivato i dolci e caramelle. E i giochi a Natale. La Befana quindi porta qualcosa da leggere. Ai bambini piccoli libri illustrati e storie in rima, facili da memorizzare. Ai più grandi storie avventurose, veri e propri romanzi fantastici, o altro.

Come dice una poesia, che risale agli anni ’50, i bambini imparano quello che vivono. E così questi bambini imparano a ricevere libri e a guardarli, sfogliarli, impararli a memoria e poi a leggerli, identificarsi nei loro protagonisti, riflettere su quello che vi è scritto…

E per gli adulti? Dorothy Law Nolte ha trasformato la sua poesia in un libro, edito in italiano da Rizzoli. Se siete genitori regalatevelo, oppure donatelo a vostri amici che lo sono.

Complice la copertina e le illustrazioni “vintàge”, il libro si legge come un vecchio ricettario della nonna, pieno di buoni consigli, osservazioni e riflessioni su quanto tutto ciò “sia più facile a dirsi che a farsi”. Eppure, malgrado l’autoreferenzialità di cui sembra pregno, non essendoci riferimenti a bibliografie, è un testo che descrive con chiarezza tecniche come lo scaffolding (ovvero come dare un sostegno che poi man mano si toglie), o consigli utili a favorire nei bambini lo sviluppo di un profilo mastery-learning (ovvero orientato al successo) invece che help-less (che si configura come chi, sentendosi uno “sfigato”, trova sempre l’alibi per non essere in grado di… darsi da fare!).

Sostituendo il termine “bambini e genitori” con “insegnanti e allievi” o “manager e dipendenti”, si trovano consigli utili anche al campo dell’istruzione e imprenditoriale (con i dovuti assestamenti: ma non è così difficile!).

È proprio il non proporsi come un “saggio” a rendere questo libro un testo piacevole da leggere e su cui pensare.

Un bel regalo da farsi fare dalla Befana!

Pensateci…