L’Italiano è bello, da domani in libreria

Buongiorno a tutti,
non riesco a scrivere in questo periodo malgrado i mille pensieri che mi frullano e almeno dieci post già composti nella mia mente. Quindi, in attesa che prendano concreta forma, vi invito leggere la presentazione di questo libro e a comperarlo: abbiamo tutti bisogno di ricordarci che l’italiano è bello!

Il nuovo mondo di Galatea

Insomma, dai, ci siamo, esce domani. Negli store on line e sugli scaffali delle librerie (le migliori, ma anche le peggiori, per farla breve: tutte) lo troverete lì, che vi aspetta. L’Italiano è bello, il mio nuovo libro.

La prima presentazione sarà a Bologna, venerdì 6, alla libreria Trame. Ci sono molti motivi per cui amo Bologna, ma la cosa divertente è che la amava moltissimo anche uno dei protagonisti del libro, cioè Dante. Già, perché tutti pensano sempre che Dante sia quello che ha inventato l’italiano partendo dal fiorentino, ma non è proprio vero. Lui amava invece il bolognese, perché pensava che quel volgare lì, nato in una città in cui gli eruditi e la nobiltà di toga si incrociavano con i mercanti e i nobili e dignitari imperiali fosse quella più adatta a creare una lingua per tutta la penisola. Sempre a Bologna studiò anche Petrarca…

View original post 371 altre parole

Annunci