Lady Ranag e le altre

rana cantante

Davanti a un numero di occhi sgranati che la osservano, Ranocchietta Ranocchini inizia il suo seminario. Parte dalle musiche famose delle musiciste di oggi, quelle del pop e del rock, ma anche cantautrici… Insomma dal cosiddetto mondo dello star-system, per soffermarsi poi su una carrellata di rane e ranocchie che in qualche modo fanno musica, pur senza essere note al grande pubblico. Compositrici, cantanti, strumentiste, direttrici d’orchestra…. Oggi diamo per scontata la loro presenza nella nostra società, ma è sempre stato così? Si passa a leggere le lettere delle rane del passato, che vorrebbero dedicarsi professionalmente alla musica ma che non possono farlo perché il loro destino sociale è legato alla cura di girini, rospi e e ranocchi… Eppure qualche testimonianza del loro lavoro c’è… Più indietro nel tempo sono le immagini dei quadri o le descrizioni della quotidianità scritte da autori diversi e viaggiatori a raccontarci che le musiciste (soprattutto cantanti e strumentiste) fanno parte della vita sociale, ma quasi sempre legate ad aspetti di “buona società” oppure a sporadiche nicchie religiose. Tranne rari casi si sa poco, ad esempio una situazione particolare fu quella delle rane orfanelle cui veniva insegnata l’arte del cantare e del suonare.

Quale modo migliore di terminare il seminario se non proponendo di realizzare brani composti da rane e ranocchie appartenenti a diversi “mondi”, o brani scritti da compositori per le orfanelle-musiciste? Studenti e studentesse intervenuti al seminario partecipano con entusiasmo, cantano e suonano, pongono domande interessanti… Ranocchietta Ranocchini è soddisfatta! Iniziare e terminare in musica è sempre vincente, è ciò che consentirà di ricordare qualcosa in più delle notizie su questo mondo poco conosciuto… E, forse, permetterà alle ranocchie che vogliono intraprendere strade ancora poco battute di ricordarsi di non essere le uniche e sole…

ps: nel nostro mondo qualcosa di analogo alle rane-orfanelle è esistito davvero! Guardate qui!

Annunci