Toscanini e gli auguri per il nuovo anno

Toscanini Conducts

Anni fa, durante una conferenza, ho avuto l’occasione di ascoltare la registrazione di alcune prove d’orchestra di Arturo Toscanini. Il grande Maestro bestemmiava, si irritava, piangeva e implorava gli orchestrali: “Non capite, questa è Musica”, diceva, o qualcosa del genere. Una voce piena di passione e a tratti rotta dall’emozione più vera e sentita.

O almeno così mi parve, complice forse anche la qualità della registrazione.

Quando qualche mio studente candidamente parla di cose per me incomprensibili, come ad esempio confessare che vorrebbe fare il furbo e tentare di non studiare alcune cose per l’esame del momento -auspicando che non capiti la domanda proprio su quell’argomento- mi chiedo se non dovrei fare come Toscanini e inalberarmi, e dirgli cose tipo: “Bestie, non capite!” (che è ora, il momento di studiare, quando mai vi ricapiterà…).

Ma poi penso che la passione non si può insegnare. Toscanini poteva trasmetterla, ma per un Direttore l’orchestra è il suo strumento, quindi si adopera perché lo strumento gli risponda. Gli studenti, invece, sono loro a decidere se vogliono imparare o meno: imparare davvero o studiare quel tanto che basta per superare l’esame? È una scelta, almeno per gli studenti adulti come quelli con cui lavoro io.

Tuttavia ripenso a quelle registrazioni, a quella passione che vi si sente dentro, in un altro senso: non demordere. Non demordere mai! Questo sì, i grandi musicisti, i grandi interpreti, possono insegnarlo anche a chi vuol essere musicista-insegnante: capire qual è il proprio ruolo, non andare oltre, ok. Questa è una cosa. Ma non demordere mai dal volere fare le cose bene, per quanto è possibile, è un’altra. Ed è questo che possiamo fare: continuare a mettere l’entusiasmo e la passione nel prepararci le lezioni, i percorsi, e cercare di trasmetterli quando siamo in classe.

Lo scopo non è far capire “a forza”, ma semplicemente fare le attività, farle insieme.

A tutti i musicisti-insegnanti, quindi, non posso che dire: andate avanti, con passione e non demordete mai, nemmeno nei momenti più difficili, nemmeno quando chi avete di fronte si meriterebbe un “bestia” alla Toscanini.

Mi raccomando!

Questo il mio augurio per il 2015!

Annunci

2 thoughts on “Toscanini e gli auguri per il nuovo anno

  1. Brava Marina! ti confermo però che neanche in orchestra trovi studenti che raccolgano le motivazioni……..Hai voglia tu a fare le sfuriate alla “Toscanini”….entra da un orecchio ed esce dall’altro come acqua fresca……Il vero problema è adesso “chi di loro farà davvero il musicista?”ma mai demordere! Hai perfettamente ragione…..ma senza rovinarsi il fegato!Un abbraccione e BUON ANNO 2015!Luisa

I commenti sono chiusi.