Il coro è donna

Ci sono poche testimonianze nella storia della musica di una diffusa attività musicale corale, tantomeno sacra, destinata o fatta da donne. Una delle situazioni più curiose, e forse unica nella storia della musica, è quella degli orfanotrofi femminili in Venezia, gli Ospedali Maggiori (Pietà, Mendicanti, Derelitti e Incurabili) nei quali fin dalla seconda metà del ’500 sono già presenti i cori di ragazze e le loro orchestre. L’attività di questi gruppi diviene interessante e particolarmente nota nel sec. XVIII, probabilmente anche grazie alle testimonianze di viaggiatori e al lavoro di importanti musicisti dell’epoca: Hasse, Porpora, Jommelli, Galuppi, Vivaldi, Haydn, Cimarosa.

Se la storia di queste musiciste e delle musiche che eseguivano vi incuriosisce, seguite il racconto di una ricerca che le sta riportando alla luce nel blog Alle figlie del coro.

Annunci