Reale o surreale?

Commissario 1 (docente preparatore): Cari colleghi vi propongo di venire al saggio della Scuola di musica XYZ. In quell’occasione suona l’allievo del nostro Candidato. Così possiamo dare il voto al candidato sulle sue capacità didattiche.

Commissario 2: Cari colleghi, mi scuso ma non ho capito bene: diamo il voto al candidato sulla base di come suona il suo allievo al saggio della scuola di musica? E il candidato non fa niente all’esame?

Commissario 1: Beh, ha fatto durante l’anno! Ha preparato il suo allievo secondo le mie indicazioni.

Commissario 3: E se l’allievo si emoziona e suona male?

Commissario 1: Impossibile! L’allievo del mio allievo è preparatissimo!

Commissario 3: Quindi il risultato dell’esame del nostro candidato si basa sull’esecuzione del suo allievo e sulla garanzia del fatto che è un tuo allievo…

Commissario 2: Ma il candidato all’esame non fa nulla?

Secondo voi è fantasia o realtà? E come potrebbe finire questa storia?

Annunci