Nel paese di Nonsoloqui…

rana cantante

Nel paese di Nonsoloqui c’è la Grande Istituzione per la Bella Educazione. Il Dirigente Saccente ne dirige l’organizzazione. I Colleghi Sapienti ne coordinano l’operazione. I Proffercianti ne confezionano i Pacchetti Estetici. I Clienti Paganti ne acquistano i Titoli.

Oggi Grande Riunione nella Magnaula Istituzionale. Il DirettoreSaccente presenta la Nuovalinea per il Primo quasimestre:

– Il 3×2 funziona sempre: se fai due percorsi per imparare a suonare il campanello saltellando, diciamo che sai anche suonare il tamburo strisciando.

–  Con l’insegnamento a distanza invece di sentir gracidare il tuo profferciante, incidi su videocassetta il tuo gracidiogorgheggiante e vinci un buono per non frequentare: né il corso per imparare a gracidare muovendo le zampe in avanti e indietro, né quello per imparare a muoverti ascoltando la Musica della RanOCKband.

Per il Secondo quasimestre i proffercianti devono proporre un Pacchettofferta inerente la loro specialità.

La seduta è tolta, tornate tutti al lavoro!

I proffercianti si avviano mestamente verso le loro aule per la Bella Educazione.

Il Collega Sapiente avvicina la Profferciante Ranocchietta Ranocchini:

“Allora a proposito di quel tuo seminario su come si può insegnare a suonare il campanello ai ranocchietti, cosa pensi di dire?”

“Mah, mi piacerebbe presentare una serie di prospettive, tipo i giochi saltellando avanti e indietro o di lato, come vogliono, gracidando a squarciagola, le Marceranocchie provate in gruppo invece che singolarmente, i tamburi in cerchio tipo indiani dei film western, invece che in fila come al solito, e i campanelli raggiunti volando sulle ali delle anatre… ovviamente insieme ai soliti esercizi di salto e di alternanza sulle zampe, ecco, ma insomma, per far vedere che si possono allargare le prospettive… Cosa ti pare, non è una buona idea?”

Il Collega Sapiente trasalisce. Già si immagina il Dirigente Saccente (un rospo enorme, che con un sol colpo di lingua riesce ad ingoiare cinque mosche tutte insieme, e per questo temuto da tutti*), già si immagina dunque questo Rospone enorme diventare ancora più enorme, e punire il Collega Saccente che ha proposto un seminario così rivoluzionario.

“Ma sei matta?” Sbotta intimidito e infuriato al tempo stesso. “Tanto lo sai che nessuno dei proffercianti le fa queste cose!”

“A Nonsoloqui, ma magari a Nonsololì invece c’è qualcuno che le fa… Sapere che esistono che male può fare? Mica dico che si devono fare, ma che sono delle possibilità da conoscere… “

“Ehm, OK, ne parlerò con gli altri Colleghi Sapienti e ti farò sapere.”

“OK, ciao.”

La prof. Ranocchietta Ranocchini sa già come andrà a finire: del seminario non si parlerà più.  I colleghi Sapienti, chissà perché, si sentono messi in discussione. E temono il Rospone, come tutti chiamano il Dirigente Saccente. Ma a lei non importa un granché: ha già contattato il Direttore Operatore del Paese di Nonsololì, dove esiste una Piccola Scuoletta dell’Educazione Nonperfetta, e dove il prossimo quasimestre andrà a tenere una serie di seminari rivoluzionari. E con questa certezza, si allontana tranquillamente.

* A proposito: il Dirigente Saccente è temuto da quasi-tutti. La profferciante Ranocchietta Ranocchini non lo trova affatto enorme, né spaventoso/spaventevole. Gli sembra un cucciolotto troppo cresciuto, un po’ timido e insicuro.  Mah… se non ci fossero i ColleghiSapienti a fare da barriera tra i proffe e il Rospone, forse sarebbe tutta un’altra musica, nel paese di Nonsoloqui!

Annunci